Recidive e remissione

Recidive e remissione

Circa l’85% delle persone affette da sclerosi multipla manifesta recidive e remissioni. Qui vedremo cosa sono, cosa aspettarsi e come possono essere gestite.

“Durante la mia prima grave recidiva ho dovuto assentarmi dal lavoro e questo mi ha causato rabbia per non aver potuto fare nulla per me stessa.” – Hannah, affetta da SM.

Approfondimenti: recidive vs remissione

Qualora Lei non abbia familiarità con i termini...

  • Una recidiva è un periodo di tempo in cui sintomi nuovi o precedenti si manifestano. Questi possono durare da giorni a mesi
  • I periodi di remissione sono i momenti successivi ad una recidiva, in cui i sintomi scompaiono
Che cos’è una recidiva?

Una recidiva è la comparsa di nuovi sintomi o la ripresa di sintomi vecchi, che poi svaniscono parzialmente o completamente. 

Possono durare solo 24 ore, ma potenzialmente potrebbero durare un paio di settimane o più. 

Come faccio a sapere se è in corso una recidiva?

Per essere sicuri che i sintomi indichino una recidiva di SM, alcuni degli aspetti che il Suo medico o l’infermiere specializzato in SM verificherà sono i seguenti:

  • I Suoi sintomi della SM sono durati almeno 24 ore
  • Lei non presenta febbre o infezioni
  • I Suoi sintomi della SM sono comparsi almeno 30 giorni dopo l’inizio di una precedente recidiva
  • Non vi sono altre cause responsabili dei Suoi sintomi di SM, come un effetto collaterale dovuto ad un trattamento che sta assumendo
Come vengono trattate le recidive della SM?

Come per la maggior parte degli aspetti della SM, non esistono due recidive identiche. Le recidive variano nel livello di gravità e nell’entità del danno che causano al sistema nervoso. Esistono due tipi principali di trattamento:

  • Steroidi: possono aiutarLa a sentirsi meglio, ma non sono in grado di rallentare o prevenire il danno a lungo termine causato dalla sclerosi multipla (talvolta chiamato progressione della malattia)
  • Trattamenti modificanti la malattia (disease modifying treatments, DMT): i DMT agiscono rallentando o persino prevenendo il danno causato dalla SM, rallentando la progressione dell’invalidità e riducendo il numero di recidive della SM
  • Può essere una buona idea annotare le recidive e i sintomi della Sua SM. Questo può aiutarLa a tenere traccia degli eventuali cambiamenti e a mantenere aggiornato il Suo medico o l’infermiere specializzato in SM su come si sente.
    -    Si ricordi che è sempre meglio parlare con il Suo medico o con l’infermiere specializzato in SM se manifesta un qualsiasi sintomo, specialmente se è grave o se peggiora nel tempo
    -    È importante prendere nota anche delle piccole alterazioni, dal momento che col tempo potrebbe abituarvisi, mentre queste possono accumularsi e avere un forte impatto sulla Sua vita quotidiana e sul Suo benessere.
    -    Il Suo medico o l’infermiere specializzato in SM può anche aiutarLa a capire se Lei abbia avuto o meno una recidiva
Cos’è una remissione?

Una recidiva di SM, percepibile in forma di sintomi, è un riflesso del danno che si verifica nel sistema nervoso centrale (SNC). Se soffre di SM recidivante-remittente (SMRR), una recidiva di SM sarà seguita da un periodo di recupero durante il quale i Suoi sintomi scompaiono o migliorano. Questo periodo in cui ci si sente meglio prende il nome di remissione. Anche se i Suoi sintomi possono essere diminuiti, la SM può continuare a provocare danni al cervello durante i periodi di remissione.

Bibliografia